Il Vescovo in visita a San Lorenzo

La nostra Parrocchia di Servola, dedicata a S. Lorenzo martire, ha avuto secondo il calendario diocesano, da venerdì 16 a domenica 18 giugno la Visita pastorale del nostro Vescovo Mons. Giampaolo Crepaldi. È stata una visita che ha visto e coinvolto nei vari momenti del programma tutti i Gruppi presenti e operanti nella Comunità parrocchiale. Venerdì 16 è stato il momento dei due Consigli parrocchiali i quali hanno presentato al proprio Pastore la realtà non sempre facile dell’attuale situazione della Parrocchia, che vede nelle varie domeniche e feste diminuire sempre più la presenza e la partecipazione dei propri fedeli.


E le varie Sante Messe vedono l’animazione e la presenza di varie persone che danno la loro opera sia per le Letture e sia per i Canti, sostenuti ogni domenica dal piccolo coro sempre presente soprattutto alle Messe frequentate dai fanciulli del Catechismo. Molto belle e sentite sono state le parole di apprezzamento e di lode del nostro Vescovo per tale coro.
Il Gruppo della Caritas che continua a portare avanti l’opera svolta precedentemente da quello della Conferenza di S. Vincenzo, presta ormai da cinque anni la sua preziosa opera per aiutare non solo nel campo dei generi alimentari e del vestiario ma anche in quello del pagamento di varie bollette una quarantina di famiglie residenti nel territorio della Parrocchia.
Il Gruppo della Preghiera presente ormai da oltre 20 anni tiene ogni settimana il suo incontro molto partecipato e sentito.
Vicino a tale gruppo quello dei Ministri straordinari della Comunione che ogni domenica si reca a trovare e a portare il Signore a vari nostri ammalati.

L’opera più incisiva e impegnativa che in questi anni sta affrontando la Parrocchia è quella della Catechesi che negli ultimi tre anni ha avuto l’iscrizione ai vari corsi sia per la Prima Comunione e sia per la Cresima di un centinaio di fanciulli. La maggior parte di loro frequenta la scuola locale Biagio Marin.
Subito dopo vi è la presenza del Gruppo del Centro d’ascolto, seguito anni or sono da una bravissima catechista e ora da don Carlo e don John. Sono circa 25 persone che mensilmente seguono un cammino di catechesi e di preghiera sugli argomenti indicati dal magistero della Chiesa e del nostro Vescovo.
Il responsabile del gruppo degli affari economici illustra al nostro pastore l’attuale situazione parrocchiale che è riuscita in questi cinque anni a risolvere quasi completamente la preoccupante situazione economica ereditata con quasi 300 mila euro di debiti e di urgenti lavori da realizzare.

Il Vescovo, prendendo visione di tutto questo, ha rivolto un pensiero di grande apprezzamento e ringraziamento a tutti i collaboratori parrocchiali per quanto con amore e dedizione compiono a favore di tutta la Parrocchia.
Alla riunione dei due Consigli ha fatto seguito il momento principale della giornata e cioè la celebrazione della Via Crucis realizzati a Vienna proprio 120 anni or sono. Alcuni benefattori hanno permesso alla Parrocchia di affrontare questo necessario e importante restauro.

Al Dom, sede della Comunità slovena, si è tenuto poi un incontro molto sentito e significativo. I responsabili di tale Centro culturale voluto anni addietro dall’indimenticabile don Dušan Jakomin hanno presentato al Vescovo il loro programma di questi ultimi anni e le prossime iniziative per continuare il loro cammino con più impegno e incisività.
Al Vescovo è stato anche chiesto a che punto si trova la causa di beatificazione del servo di Dio Mons. Jakob Ukmar. A Roma gli storici stanno mettendo in luce la parte storica molto seria e impegnativa. Un momento fraterno coi sacerdoti della Parrocchia don Carlo, don John e don Klemen ha chiuso gli impegni di questo primo giorno della visita.

 

Sabato 17 giugno
Dopo tutta la mattinata trascorsa nel visitare la Ferriera di Servola, ecco nel pomeriggio di sabato 17 c.m. l’incontro con una buona parte dei fanciulli del Catechismo coi loro genitori.
Il Vescovo ha presentato i momenti fondamentali che ogni fanciullo deve tener presente quando viene in chiesa e quello che deve restare nel cuore dopo gli anni del Catechismo per tutta la vita.
Buona e confortante è stata la presenza dei bambini e dei genitori.
Il secondo momento ha visto la presenza del Vescovo nella chiesa della Madonna della Salute in via Soncini 30.
Ogni sabato pomeriggio vi è stata la S. Messa prefestiva, che vede la presenza costante di quasi una trentina di fedeli.
Oggi, in occasione della Visita pastorale, la Comunità ivi raccolta è più sentita e numerosa. Alle persone che danno la loro opera perché tale chiesetta sia sempre ben tenuta e pulita deve andare la riconoscenza e gratitudine del parroco e dei fedeli.
Lo scorso anno tale chiesetta ha celebrato proprio il suo 50° di erezione e consacrazione.
Il Vescovo è tornato poi in chiesa parrocchiale per il momento più importante di tutta la Visita pastorale e cioè la celebrazione del Sacramento della Cresima per 7 ragazzi e 8 adulti.
In Parrocchia, in questi anni, accanto ai ragazzi del Catechismo, c’è sempre stato un gruppo più o meno numeroso di adulti che si è preparato a tale Sacramento.
La Liturgia della Confermazione è stata seguita dalle moltissime persone presenti con attenzione e raccoglimento. Vi era un clima di gioia e di festa. Al termine ogni famiglia dei cresimati ha voluto fare una foto ricordo col nostro Vescovo.

Domenica 18 giugno
La domenica mattina durante le tre Ss. Messe il Vescovo ha rivolto ai fedeli presenti la sua parola di conforto e di speranza, mettendo soprattutto in luce — essendo la Solennità del Corpus Domini — il valore e l’importanza della partecipazione domenicale alla S. Messa, una partecipazione oggi purtroppo non vissuta nella sua attualità e importanza. Il Signore ci è necessario, ci è importante, solo in Lui e con Lui ci realizziamo come veri cristiani.
Al termine della Messa più partecipata, quella delle 11.30, tutti hanno rinnovato la propria consacrazione alla Madonna, al suo Cuore immacolato come ha ben messo in luce il Vescovo: “affidiamoci al Suo Cuore soprattutto nei momenti dolorosi e difficili della vita”.
Al termine il parroco ha rivolto al nostro Vescovo un più che doveroso ringraziamento per questi tre giorni dedicati alla nostra Parrocchia e a tutte le sue attuali realtà.

via Cavana, 16 - 34124 Trieste - tel. 040 318 5411 - e-mail diocesi@diocesi.trieste.it - c.f./p.iva 90034770322 - Cookie policy